7 consigli per mantenere il valore dell’auto nel tempo

Qualche facile gesto per mantenere più a lungo possibile il valore della nostra auto

Nel budget di una famiglia il capitolo automobile è tra i più onerosi. Una voce non indifferente, solitamente seconda solo a quella relativa alle spese domestiche. Un dato che testimonia quanto sia fondamentale fare il possibile affinché il valore della nostra fedele automobile resista nel tempo, aiutandoci, perché no – a rivenderla meglio dopo qualche anno. Per far questo, è sufficiente “rivolgerle attenzioni”, tenendo sempre a mente che una puntuale manutenzione è il primo indispensabile passo.

Attenzione all’olio
E’ impressionante il numero degli automobilisti che trascura questo controllo. Una mancanza che rischia di avere effetti irreversibili sulla vita del nostro motore. Teniamolo quindi sempre sotto controllo, mediamente ogni 1.000 chilometri.

Aria condizionata e benessere
E’ un’altra dimenticanza tipica. Controlliamo il condizionatore prima che smetta di funzionare e quindi di produrre aria fresca. E’ sufficiente dare un occhio alla ricarica ogni due d’anni. Un’attenzione che non solo ci aiuterà a vivere meglio la stagione calda, ma che eviterà anche di farci venire a contatto con quei germi e batteri che amano trasferirsi proprio nei condotti dell’aria condizionata.

Rivolgetevi a personale specializzato
Complice la crisi non sono pochi gli automobilisti che preferiscono mettere mano da soli alla manutenzione ordinaria. E’ un errore grave con tanto di rischio concreto di andare incontro ad un finto risparmio. Meglio quindi affidarsi a controlli periodici effettuati da personale specializzato – ricordando sempre di conservare fatture e ricevute di ogni intervento.

Meglio fare il pieno
Se pensate di risparmiare qualche Euro rifornendovi con pochi litri di carburante siete fuori strada. Il serbatoio mezzo vuoto ospita e accumila sul fondo i sedimenti del carburante, costringendo la pompa a raccogliere lo sporco con conseguenti danni. Meglio fare il pieno invece, anche per pulire gli iniettori

Occhio alle gomme
Viaggiando con il battistrada consumato andiamo incontro ad una multa certa, ma non solo. La perfetta condizione delle nostre gomme migliora la sicurezza e ci fa anche consumare meno. Controlliamole insieme all’olio – circa ogni migliaio di chilometri. Riportiamo la pressione a quella prescritta dalla casa ed eliminiamo eventuali sassolini o simili dal battistrada.

Guida pulita e… passeggiate
Guidare bene è ovviamente soggettivo, ma è un’ottima base per proteggere la meccanica. Evitiamo se possibile le brusche (quanto inutili) accelerazioni o frenate al limite del bloccaggio delle ruote. Quando si può riduciamo anche gli spostamenti. Andare a piedi se la meta è dietro casa riduce lo stress e i chilometri accumulati dalla nostra auto.

Un salto all’autolavaggio…
…utilizzando solo i prodotti indicati! Sembrerà banale, ma un’auto linda e pulita si rivende meglio. Lavaggi periodici e costanti con prodotti ad hoc tengono poi in forma la carrozzeria, aspetto non da poco e che ci aiuta a fissare il prezzo di rivendita. Facciamo attenzione alla zona inferiore della carrozzeria dove vanno più facilmente sabbia e terra e che col tempo opacizzano la vernice. Dedichiamoci anche ai cerchi soprattutto se se sono in lega. Parliamo di un accessorio di valore che, se lucido e ben tenuto – avrà un certo appeal verso potenziali nuovi proprietari.