Test drive Renault Alaskan: pick-up vero!

Abbiamo provato il Renault Alaskan 2.3dCi Twin Turbo 190cv Euro6 nell’allestimento Intens, primo pick up della Casa francese. Lo abbiamo testato su strada e – soprattutto – fuoristrada, un ambiente che ha mostrato di gradire molto. Ci ha impressionati positivamente, confermandosi anche un veicolo comodo durante i viaggi. Ecco come va.

Renault Alaskan

Dimenticate quei vecchi pick up che erano veri e propri mezzi da lavoro. I moderni 4×4 sono fatti per essere versatili: mezzi che all’occorrenza sono in grado di affrontare percorsi impervi ma allo stesso tempo dotati di un buon comfort di bordo e della possibilità affrontare anche lunghi viaggi.

Renault Alaskan

Il Renault Alaskan segue questa filosofia: un pick up con una meccanica da offroad vera, rivestita con un’elegante crrozzeria e dotato di un comodo abitacolo che può ospitare fino a cinque persone. Ovviamemente, dietro l’abitacolo c’è un cassone capace di stivare anche carichi pesanti perché – è bene ricordarlo – come tutti i pick-up anche l’Alaskan è omologato come autocarro.

Renault Alaskan: com’è fatto?

Il Renault Alaskan nasce dalle sinergie del gruppo Renault-Nissan, e infatti è parente stretto del Nissan Navara, icona indiscussa tra i pick-up e mezzo dalle prestazioni fuoristradistiche notevoli. Sulla stessa scocca viene costruito anche il Mercedes Classe X, a riprova della bontà del progetto. L’esemplare provato monta il motore 2.3dCi Twin Turbo 190cv Euro6, disponibile anche in versione da 165 cavalli. Il motore da 190 cavalli è abbinabile anche al moderno cambio automatico a 7 rapporti.

Renault Alaskan

La trazione è posteriore con la possibilità di inserire anche quella sull’asse anteriore, e se non basta ci sono anche marce ridotte, blocco del differenziale centrale e addirittura del blocco del differenziale poteriore (optional). Caratteristiche che rendono il Renault Alaskan un vero 4×4. Rispetto ai pick-up di vecchia generazione che montavano le balestre sulle sospensioni posteriori, l’Alaskan monta un moderno sistema multilink che lo rende efficace tanto in fuoristrada che su asfalto.

Esterni

Il Renault Alaskan si fa notare: lungo 5,40 metri, è attualmente il pick-up europeo più grande in circolazione. Questo consente di avere un abitacolo degno di una grossa berlina. Il frontale è massiccio e muscoloso, i fari sono Full LED e la parte inferiore del paraurti è protetta dalla paratia grigia. Il cerchi lega sono da 18″, l’esemplare in prova montava le pedane argentate e le barre color alluminio sul tetto.

Renault Alaskan

Il piano di carico è prossimo ai 950 cm3, tra l’altro con un sistema di ancoraggio modulare del carico chiamato C-Channel che permette di tenere tutto al proprio posto. L’Alaskan è largo 185 cm ed altro 181 – ha dimensioni che potrebbero intimorire chiunque – ma percorsi pochi metri e prese le misure è poco più difficile da guidare di una delle tante vetture circolanti.

Interni

Non lasciatevi intimorire dalla linea da fuoristrada “duro”: sotto la robusta carrozzeria c’è un abitacolo comodo, spazioso e con tanta tecnologia. Una volta “issati a bordo”, operazione per la quale troverete comode sia le pedane sia le maniglie di appiglio interne, ci si siede su sedili ben imbottiti e ben profilati. Copisce in particolar modo il divano posteriore: eravamo abituati a imbottiture scarne e posizione dello schienale verticale, l’Alaskan – invece – sfoggia una buon comodità anche dietro.

Renault Alaskan

La plancia riflette lo stile del mezzo: massiccia, curata e dotata di tutte le funzioni. Volante multifuzione, plancetta destra con i comandi elettronici del controllo stabilità e l’apertura del tappo carburante, mentre la strumentazione del cruscotto è completa e ben leggibile.

Renault Alaskan

La plancia centrale è dominata dal display dell’infotainment, completo di sistema multimediale con ingressi Usb, navigatore, radio e gestione del telefono. In retromarcia funge da display per la telecamera posteriore (utilissima). Sotto il display ci sono i comandi del climatizzatore automatico e ancora più in basso quelli per inserire la trazione integrale, il riduttore e il blocco dei differenziali.

Renault Alaskan: come va?

Città

In città l’Alaskan ha una guidabilità eccellente, in relazione alle dimensioni. Ottima la rapportatura del cambio, il manuale a sei rapporti nella vettura in prova, con prima molto corta e sesta marcia di riposo. Grazie all’abbondante cavalleria è possibile fare comode partenze in seconda. Va ovviamente considerata la lunghezza del mezzo, che potrebbe creare qualche problema sulle svolte più strette.

Renault Alaskan

Lo sterzo è piacevolmente pesante, nel senso che il servosterzo non è esageratamente morbido, dando giustamente la sensazione del mezzo che si sta guidando. Qualche problema potrebbe verificarsi nella ricerca del parcheggio, ma una volta trovato lo spazio adeguato, la telecamera posteriore permette di parcheggiare i quasi cinque metri e mezzo dell’Alaskan in scioltezza. Ultimo, ma non meno importante il sistema Start&Stop, molto veloce nella risposta.

Extraurbano

Sulle strade extraurbane, il pick-up francese si trova a proprio agio, consentendo piacevolissime passeggiate. Come detto in precedenza, buche e avvallamenti non sono un problema, e se mai capitasse di dover sorpassare un mezzo più lento, l’ottima coppia ci consente di effettuare sorpassi in scioltezza senza dove intervenire troppo sul cambio.  L’ABS ci consente frenate sicure e robuste anche a veicolo scarico, situazione che sui vecchi pick-up tendeva a mettere in difficoltà il guidatore.

Renault Alaskan

Autostrada

In autostrada, la sesta marcia di riposo consente andature molto elevate, tanto che in più di un’occasione ci è capitato – complice la radio accesa e l’ottima insonorizzazione – di trovarci abbondantemente sopra il limite previsto. Sono presenti i comodissimi cruise control e limitatore.

Fuoristrada

Il fuoristrada è indubbiamente il contesto più indicato per tirare fuori le virtù del Renault Alaskan. Abbiamo saggiato le sue capacità in montagna, su sentieri percorsi solo da mezzi di allevatori e da personale tecnico Enel. Un paio di giorni prima della nostra prova, una forte nevicata ha creato un notevole strato di fango, niente di meglio per testare l’Alaskan.

Renault Alaskan

Il primo tratto è composto da una breve strada sterrata, con qualche buca piena d’acqua. Pietraie in salita, rese scivolose dalla neve residua, fango profondo, acqua, niente sembra poter fermare l’Alaskan. Gli pneumatici di serie, quattro stagioni, montati su cerchio da 18”, si comportano bene non andando mai in crisi, complice l’ottima trasmissione. Nel giro in fuoristrada abbiamo utilizzato per l’80% le marce ridotte, per non stressare troppo la meccanica, facendo diversi numeri anche in quinta e sesta ridotta.

Renault Alaskan

Numerosi i twist nei quali, nonostante il passo lungo, l’Alaskan si comporta bene, andando avanti in scioltezza. Non abbiamo mai avuto bisogno del blocco differenziale (optional presente sul mezzo in prova). Ottimo l’Hill Descent Control, sistema che permette di fare discese molto ripide, anche con fondo sconnesso, senza dover intervenire sul freno.

Renault Alaskan: quanto consuma?

Durante tutto il periodo di prova abbiamo rilevato un consumo medio di 8,5 l/100km (circa 11,7 km/l), non male considerando il traffico in città e soprattutto i km fatti in fuoristrada. Siamo comunque riusciti ad arrivare a percorrere anche 18km/l, incredibile per un mezzo di questo tipo.

Vuoi saperne di più ed essere ricontattato direttamente dalla rete Renault per un preventivo? Clicca qui!

Andrea Tartaglia ]

Renault Alaskan