Sicurezza stradale: è di Nissan la tecnologia più innovativa

Sul fronte della sicurezza stradale Nissan con i suoi sistemi di sicurezza Safety Shield vince il premio per le tecnologie più innovative da parte del UIGA.

Sicurezza stradale e sistemi innovativi per la prevenzione degli incidenti sono ormai il punto più importante alla base della realizzazione delle nuove vetture che circolano sulle nostre strade. Costosi, si! Ma anche utili e ormai indispensabili, ad alcuni non vorremmo mai rinunciare. Ne abbiamo provati molti, negli ultimi tempi, ma sicuramente quelli del pacchetto Safety Shield di Nissan sono tra i migliori e più completi nel segmento delle auto per tutte le tasche.

Così, ecco arrivare il riconoscimento da parte dell’Unione Italiana dei Giornalisti Auto (UIGA) che ha assegnato a Nissan il “Premio speciale per le tecnologie innovative”. Il principale contributo del Safety Shield è quello di combattere la distrazione umana, il peggior nemico dei conducenti, in quanto responsabile della grande parte degli incidenti. Per Nissan, quindi, la sfida sulla sicurezza stradale è quella di dimezzare entro il 2015, a livello mondiale, il numero di incidenti riguardanti i propri veicoli rispetto al dato del 1995.

I sistemi Safety Shield di Nissan che abbiamo ampiamente provato e apprezzato, equipaggiano quasi tutta la gamma. Si tratta di dispositivi finora appannaggio di auto di lusso, ma che la Casa nipponica ha voluto rendere accessibili ad un mercato più vasto, inserendoli su modelli come Note (segmento B), Pulsar (segmento C) e sui crossover Qashqai e X-Trail.

Tra le particolicolarità di Safety Shield c’è:

Blind Spot Warning:

Il sistema Nissan rileva la presenza di eventuali veicoli nei punti morti dell’auto e su entrambi i lati. La presenza di veicoli viene segnalata da una discreta spia luminosa integrata nel vetro del retrovisore esterno e/o sul montante A (a seconda dei modelli), sul lato corrispondente.

Lane Departure Warning:

 

Il Lane Departure Warning segnala eventuali deviazioni dell’auto rispetto alla corsia di marcia. Il sofisticato computer rileva anche la segnaletica orizzontale più sbiadita, “capisce” se l’auto sta deviando dalla direzione voluta senza segnalarlo e avverte immediatamente il guidatore perché ritorni in carreggiata. Inoltre, il sistema intelligente si adatta a diversi stili di guida regolando automaticamente la sensibilità sulle strade rurali.

Moving Object Detection:

Questa tecnologia controlla l’avvicinamento di pedoni o veicoli durante le manovre in retromarcia, indicando con una spia e un avviso sonoro la presenza di persone o oggetti in movimento. Sfruttando l’Around View Monitor, il sistema che elabora le immagini catturate dalle quattro telecamere fornendo una visione aerea dell’auto e di tutta l’area circostante sul monitor del navigatore.