Renault Zoe 40: test drive dell’elettrica da 400 km

Abbiamo provato la Renault ZOE Bose Q90 Flex, versione con autonomia allungata della compatta elettrica francese. L’autonomia massima dichiarata è di 400 chilometri, variabili in funzione dello stile di guida e del contesto stradale, al pari di un’auto con motore termico. Ecco come va.

Renault ZOE 40

L’ affermazione sul mercato delle auto elettriche come valida alternativa a quelle dotate di motore termico passa necessariamente attraverso un incremento dell’autonomia, che consenta ad una larga fetta di automobilisti di poter soddisfare le proprie esigenze di mobilità. Da questo punto di vista gli investimenti e gli sforzi progettuali sono puntati principalmente sulle batterie, con ingegneri e tecnici intenti a svilupparne in grado di immagazzinare notevoli quantità di energia.

Renault ZOE 40

Renault, che da anni è impegnata sul fronte della mobilità elettrica, ha lavorato sulla tecnologia della ZOE ed ora propone una versione con batteria da 41 kWh capace di un’autonomia massima teorica di 400 chilometri, attestabili tra i 270 e i 300 reali. La nuova versione va ad affiancarsi a quella da 22 kWh, che rimane a listino e rappresenta l’ entry level della gamma ZOE dedicata a quegli automobilisti per i quali 150/190 chilometri di autonomia sono sufficienti.

Renault ZOE 40

Renault ZOE 40: com’è fatta?

La versione che abbiamo potuto provare è quella dotata del motore Q90 (prodotto da Continental), capace di 88 cavalli e una coppia massima di 220 Nm. Questo motore accetta fino a 43 kW, dunque è compatibile con gli impianti di ricarica veloce che assicurano fino a 120 chilometri di autonomia dichiarati in 30 minuti. Al Q90 si affianca il motore R90 (prodotto da Renault), che sviluppa 92 CV e accetta la ricarica fino a 22 kWh.

Su entrambi (tranne che per la Zoe meno costosa) è previsto un nuovo gruppo batterie da 41 kWh, che fa cambiare il nome della Zoe in Zoe 40 e porta l’autonomia dichiarata a 300 chilometri, quando sul modello precedente era nell’ ordine dei 200 chilometri.

Renault ZOE 40

Le batterie della Zoe 40 sono realizzate dalla LG Chem e mantengono lo stesso volume di quelle precedenti, ma sono più capaci in termini di energia stivata: i tecnici hanno modificato la chimica interna delle cellule e incrementato la quantità di materia attiva, aggiungendo più cobalto e nichel a scapito del manganese. Le batterie sono agli ioni di litio e compongono un pacco con 12 moduli, ciascuno da 16 pile. Il peso è di 290 chili per quello da 22 kWh e di 305 chili per quello da 41 kWh.

Esterni

La compatta francese non ha subito variazioni a livello di carrozzeria, che mantiene un aspetto piacevole e dinamico grazie anche a soluzioni stilistiche riuscite, come la maniglia posteriore nascosta alla vista e il taglio molto arcuato delle luci diurne a LED. Le uniche differenze si trovano nelle vernici Rosso Intenso e Grigio Titanio, oltre a quella Grigio Ittrio (presente sull’auto provata), riservata però alla sola versione Bose.

Renault ZOE

Interni

All’ interno lo spazio è decisamente generoso, soprattutto se rapportato alle dimensioni esterne: 4,08 metri di lunghezza per 1,73 metri di larghezza. All’ abitabilità della ZOE contribuisce il migliore sfruttamento degli spazi, l’ altezza da 1,56 metri e il passo da quasi 2,6 metri. Il cruscotto è dotato di uno schermo TFT a colori nel quale sono raccolte le informazioni di guida velocità, autonomia, consumo medio e istantaneo, oltre a tutte le spie di segnalazione.

Renault ZOE 40

Il volante presenta il classico taglio della parte inferiore comune a tutte le Renault del novo corso  e contiene i comandi del Cruise Control. Il display al centro della plancia, grazie al sistema R-Link2, consente di gestire l’ infotainment, la navigazione, la radio, la regolazione dei parametri e la telecamera posteriore.

I sedili sono in pelle e quelli anteriori riscaldati. I poggiatesta sono di tipo integrato dunque non regolabili, ma trovare la giusta posizione di guida è tutto sommato facile.

Renault ZOE 40

Il bagagliaio ha una capacità generosa (la volumetria non è dichiarata) ma presenta una soglia d’accesso piuttosto alta, occorre prestare attenzione al subwoofer dell’impianto Bose collocato sul piano di carico. La visibilità anteriore è ottima grazie anche alla posizione di guida rialzata, dietro invece il lunotto inclinato e rastremato limita un po’ ma ci viene in soccorso la già citata telecamera posteriore di parcheggio (di serie dal secondo livello di allestimento).

Renault ZOE 40: come va?

La Zoe 40 si guida con estrema naturalezza e mette subito il guidatore a proprio agio. Lo stile di guida è quanto di più intuitivo esista: basta spostare il selettore del cambio automatico monomarcia sulla lettera D e premere l’ acceleratore, la ZOE scatta in avanti silenziosamente e senza alcun sobbalzo.

Renault ZOE 40

A seconda del profilo di guida scelto la compatta francese sa essere grintosa oppure tranquilla. In modalità standard l’accelerazione è decisamente più veemente rispetto ad automobili di pari categoria, ma il prezzo da pagare è un notevole assorbimento di corrente e una drastica riduzione dell’autonomia. In modalità ECO – viceversa – le accelerazioni sono più dolci, la velocità massima limitata a 95 km/h ma si sfrutta al meglio l’ autonomia della ZOE.

Come su tutte le auto a zero emissioni bisogna abituarsi all’ intervento del sistema per il recupero dell’energia in frenata, che entra in funzione quando si alza il pedale dall’ acceleratore rallentando in maniera più evidente la ZOE rispetto alle auto tradizionali. Ma ci si abitua presto e – se ben sfruttata – questa caratteristica allunga la vita dei freni dell’auto.

Renault ZOE 40

Ottima la tenuta di strada grazie al posizionamento centrale delle batterie, così come la maneggevolezza e nel complesso è buono l’assorbimento delle sconnessioni. Tutto ok anche sul fronte della frenata che non risulta essere affetta dai classici difetti delle vetture elettriche e che risulta del tutto comparabile a quella di una vettura tradizionale.

I tempi di ricarica

I tempi di ricarica sono di oltre 25 ore se ci si collega ad una normale presa domestica da 10 Ampère. Con una wall-box da 3,7 kW e 16 Ampère il tempo di ricarica completa è di 15 ore. Se invece si utilizza una colonnina pubblica da 22 kW e 32 Ampère il tempo di ricarica diventa di 2 ore e 40 minuti.

Renault ZOE 40

Renault ZOE 40: quanto costa?

Il listino 2017 della Renault Zoe ha come base i 23.050 euro della R90 Flex con batteria da 22 kWh in noleggio. Il modello provato, la Renault ZOE Bose Q90 Flex, costa 30.850 euro più i 650 euro necessari per la vernice Grigio Ittirio (esclusiva per l’allestimento Bose), sempre con batteria in noleggio con un canone che varia a seconda della percorrenza: da un minimo di 69 euro al mese per percorrenze inferiori ai 7.500 chilometri annui fino a 119 euro al mese per chi non vuole limiti di percorrenza.

Se, invece, si volesse optare per l’ acquisto della batteria occorre mettere in conto tra i 7.000 euro della 22 kW e gli 8.000 euro della 41 kW. Le versioni con motore R90 costano 700 euro in più.

Vuoi saperne di più ed essere ricontattato direttamente dalla rete Renault per un preventivo? Clicca qui!

Andrea Tartaglia ]