Jeep Cherokee, il SUV più sicuro della categoria

Jeep Cherokee è il rinnovato SUV di taglia media di Jeep. Icona degli anni ’80, la Jeep ha sempre affascinato tanto l’utente appassionato del genere, quanto il sognatore di percorsi selvaggi. Ora la Cherokee cambia ancora e si presenta sul mercato con peculiarità trasversali capaci di accontentare un pubblico ancora più vasto.

Gli allestimenti –  Sono tre gli allestimenti previsti per la nuova Jeep Cherokee: Longitude, Limited e Trailhawk.

La Longitude, è il modello “base”, ma la dotazione di serie è già molto ricca. Si distingue alla vista esterna per i particolari cromati e i cerchi in lega da 17”; l’ambiente interno risalta per la presenza della pelle, di ottima fattura, e il clima bi-zona. Quanto all’infotainment, il sistema è l’apprezzato e funzionale U-connect con touch screen da 5”.

La sicurezza di serie del modello Longitude, premiata come “SUV più sicuro” della categoria dall’Euro NCAP 2013, prevede il sistema antiribaltamento elettronico (ERM), airbag anteriori di ultima generazione, comprendenti anche quelli laterali e per le ginocchia del guidatore, e i poggiatesta attivi. Sempre di serie, ma solo per le versioni 4×4, i sistemi di trazione Jeep Active Drive I e di gestione della trazione Selec-Terrain.

Salendo di un gradino, troviamo la Limited, che propone cerchi in lega da 18″, paraurti inferiore con inserto cromato e cristalli posteriori e lunotto oscurati. Rispetto alla versione base, tra gli altri, troviamo: l’antifurto volumetrico, il caricabatterie wireless per smartphone, il portellone elettrico, il cruscotto con display multifunzionale da 7″, la telecamera per retromarcia ParkView con sensori di parcheggio anteriori e posteriori, i proiettori Bi Xeno con sensore crepuscolare e sensore pioggia, selleria in pelle (riscaldati e ventilati) regolabile in 8 posizioni. L’infotainment è sempre basato sul sistema Uconnect, ma il display touch screen è da 8,4″ a colori, con radio digitale (DAB), presa USB, ingresso AUX, lettore di schede SD. I comandi di climatizzazione HVAC sono integrati nel sistema.

La più ricca versione Trailhawk è destinata a chi dalla 4×4 di Jeep chiede il massimo, tanto in termini di comfort e dotazione, quanto in termini di prestazioni. La Jeep Cherokee Trailhawk offre dotazioni appositamente realizzate per l’utilizzo in fuoristrada. I paraurti anteriori e posteriori sono specifici per l’utilizzo Off-Road, come pure le sospensioni che presentano un assetto rialzato di 2,54 cm. La più “seria” della gamma Cherokee è dotata inoltre di piastre sottoscocca, del sistema di trazione Jeep Active Drive Lock 4WD con bloccaggio differenziale posteriore, il sistema Selec-Speed Control e Hill Descent Control, oltre al sistema Selec-Terrain® con modalità Rock.

Motori e sistemi di trazione – Sotto il cofano della nuova Jeep Cherokee ruggiscono due unità a gasolio e un benzina. Le versioni a gasolio sono equipaggiate con il nuovissimo Multijet II 2.0 litri con potenza di 140 cv e di 170 cv. Stesso valore di coppia erogata per entrambi, 350 Nm. La versione da 140 cv è abbinata ad un cambio manuale a 6 rapporti, mentre sulla 170 cv troviamo il nuovo cambio automatico a nove rapporti.

La versione a benzina monta sotto il cofano il nuovo propulsore Pentastar V6 da 3.2 litri, capace di erogare una potenza di 272 cv e di scaricare a terra una coppia di 315 Nm. Questa versione è esclusivamente abbinata al cambio automatico a nove rapporti.

La nuova Jeep Cherokee offre tre sistemi di trazione integrale: Active Drive I, II, III.

Active Drive I prevede una gestione della trasmissione completamente automatica con funzionamento continuo a qualsiasi velocità, sia nella modalità a trazione integrale che in quella a due ruote motrici; Active Drive II, include una trasmissione  a due velocità con gestione della coppia e marce ridotte; Active Drive Lock, (disponibile esclusivamente sulla versione Trailhawk), prevede – oltre alle caratteristiche del sistema Jeep Active Drive II – il bloccaggio del differenziale, utile nell’ Off-Road e con l’utilizzo delle ridotte.

Sul nuovo Jeep Cherokee, è inoltre presente la funzione di disconnessione dell’asse posteriore che consente di passare in modo fluido dalla trazione a due ruote motrici a quella a quattro ruote motrici e di assicurare pertanto la gestione permanente della coppia senza intervento da parte del conducente. Tutto ciò a favore dei consumi.

Prezzi

Si parte dai 39.000 euro della Longitude FWD Multijet II (Euro 5+) con cambio manuale, per passare ai 53.000 euro della Trailhawak 4WD con cambio automatico a 9 rapporti.