Hai fatto la revisione auto? Occhio alla multa automatica [rettifica]

La polemica sulla revisione auto e moto è stata innescata da una interpretazione errata della norma, dovuta anche ad una enunciazione farraginosa da parte del legislatore. Facciamo chiarezza.

Come altri siti web e testate giornalistiche, abbiamo sbagliato ad interpretare la nuova regolamentazione della revisione auto. La normativa nuova norma riguarda quasi esclusivamente i centri di revisione. La questione del controllo telematico dell’avvenuta revisione, non riguarda l’accertamento della violazione degli obblighi di legge ma il controllo, delle fasi della revisione per via telematica.

In sintesi, i centri autorizzati alla revisione dei mezzi, dovranno, attraverso un programma apposito, prenotare telematicamente presso i terminali della Motorizzazione civile la revisione del mezzo per cui andrà eseguita la revisione. Una volta inviata la prenotazione, avranno 1 ora di tempo massimo per inviare l’esito (regolare o meno) della diagnostica eseguita sulla vettura, soltanto dopo l’invio di questa documentazione, sempre per via telematica, avranno l’Ok per stampare il tagliandino da apporre sulla carta di circolazione del veicolo.

Niente multa automatica, quindi, per gli intestatari del veicolo. Quanto alle procedure di accertamento della violazione della norma sulla mancata revisione del veicolo nei tempi previsti, tutto resta come prima. Sulla base dell’art.80 cds, i veicoli che circolano, dove circolare riguarda anche quelli parcheggiati, su suolo pubblico, possono incorrere nelle sanzioni previste a seguito di un controllo delle forze dell’ordine. Nessuna sanzione, quindi, per chi lascia l’auto in un luogo privato.

Anche sul possibile utilizzo dei sistemi Street control dovrà ancora essere fatta. Come per il loro utilizzo, nel sanzionare violazioni per le quali non sia possibile la contestazione immediata (autovelox, photored, sorpassometri) o per le ultime novità delle multe su alcune strade tormentate dalla doppia fila, è stato necessaria una ordinanza. Per l’accertamento della mancata revisione, tramite la sola lettura della targa occorrerà attendere ancora qualche chiarimento.