Attenti all’alcool in auto

Capodanno è trascorso da poco e i più avranno sicuramente brindato allo scoccare della mezzanotte. Giorni di passione per anche per le capacità digestive degli automobilisti che avranno spesso cercato sollievo in un sano “ammazza-caffè”. E’ però bene non esagerare con gli alcolici – non solo per la nostra salute, ma anche e soprattutto per non diventare un rischio per sé e gli altri quando ci si mette al volante. Ritrovarsi ai limiti consentiti dalla legge è infatti una situazione fin troppo facile da raggiungere.

Il limite tollerato in Italia in fase di misurazione tramite alcoltest da parte delle forze dell’ordine è di 0,5 grammi di alcol per litro di sangue – ma non per tutti gli automobilisti vale questa regola. Per i neopatentati – e per questo s’intende chi ha conseguito l’abilità a guidare da non oltre 3 anni – l’obbligo è “zero” – così come per i guidatori professionali, autisti, camionisti etc. Chi infrange questa norma rischia parecchio come la perdita di 10 punti dalla patente (oltre la sospensione fino a 24 mesi) e multe, salate – fino a 6 mila Euro. Nei casi più gravi si rischia fino all’arresto e la confisca del veicolo – con il culmine nel caso d’incidente provocato da un’automobilista in stato di ebbrezza che prevede il raddoppio delle pene e la revoca della patente.

Ma cosa succede ad un guidatore in evidente stato di ebbrezza? Quel che dovrebbe maggiormente preoccupare è l’influenza su molte delle attività cerebrali. I primi terribili effetti giungono già ad una bassa alterazione alcolemica e – salendo inesorabilmente – si pregiudica la concentrazione, la capacità di definire le distanze fino a ritrovarsi – nei casi più gravi – incapaci di eseguire qualsivoglia movimento. Alcol in auto è quindi sinonimo certo di andare incontro ad un incidente.

In che modo quindi possiamo desumere di essere in regola o fuorilegge? Premesso che ogni individuo reagisce in modalità differenti per conformazione fisica, peso e sesso – studi medici hanno stilato una lista di bevande associate alle reazioni all’alcoltest. In pratica un uomo di 70 Kg di peso toccherà i 0,6 g/litro bevendo 500 cc di una birra da 7 gradi – oppure 100 cc di un superalcolico da 40 gradi. Il valore di 0,5 gradi si tocca invece sorseggiando il classico 1/4 di vino da 12 gradi. Da elevare – ovviamente – i valori per quanto concerne le donne.