Ad agosto il mercato auto non frena: + 15,77%

La corsa del mercato auto italiano prosegue, anche agosto – mese generalmente “magro” tra ferie e chiusure – ha fatto registrare 83.363 immatricolazioni, il 15,77% in più rispetto allo stesso mese del 2016. E’ un dato confortante, con molti Costruttori che segnano balzi in avanti importanti: DS + 55,04%, Nissan + 48,96%, Renault + 41,54%.

mercato auto

Anche i dati sul cumulato Gennaio-Agosto sono positivi, e fanno ben sperare in una chiusura del 2017 in netto aumento rispetto al 2016. Quando mancano ancora quattro mesi alla fine dell’anno le immatricolazioni complessive sono 1.366.398 contro 1.252.621, il 9,08% in più rispetto allo stesso periodo del 2016. Sotto questo punto di vista c’è da segnalare l’ottima performance di Suzuki con un sonoro + 43,90%, non troppo distante da quelle di Alfa Romeo (+ 32,17%, segno che la “cura Giulia” funziona) e Citroen (+ 27,24%).

Crescono i canali del Noleggio (+41,8%) e delle Società (+50,2%) con la componente autoimmatricolazioni che pesa quasi l’80%; sono sostanzialmente stabili le vendite a Privati (+0,6%).Non mancano i segni meno, come si può vedere dalla tabella elaborata da UNRAE:

mercato auto

Quali auto hanno comprato gli italiani?

Se andiamo ad analizzare cosa hanno comprato gli italiano, scopriamo che il podio è appannaggio di FCA che piazza Fiat Panda, Fiat Tipo e Lancia Ypsilon ai primi tre posti del mercato auto italiano. Nelle prime posizioni c’è una battaglia tra “cugini” italiani e francesi, con Renault che piazza la Clio al quarto posto davanti a Fiat 500L, Citroen C3 e Fiat 500 berlina.

A completare la top ten ci pensano un’immortale Fiat Punto, l’evergreen Volkswagen Golf e la Fiat 500X. Anche in questo caso, i dati di UNRAE restituiscono un mercato vivace:

mercato auto

L’opinione di UNRAE

Il mercato conferma che si stanno aprendo nuovi canali di vendita all’interno di quelli convenzionali e che lo stesso canale privati si sta alimentando probabilmente dal parco di autoimmatricolazioni disponibile nelle reti di vendita – ha commentato Michele Crisci, Presidente dell’UNRAE, l’Associazione che in Italia rappresenta le Case Automobilistiche Estere”.

Questa articolazione del mercato – ha proseguito Crisci – potrebbe però consentire di affrontare meglio i temi autunnali che ormai incombono e che conosciamo. L’UNRAE auspica che il Decisore Pubblico, a livello locale e nazionale, attui interventi strutturali sulla mobilità perseguendo i seguenti obbiettivi:

  • sostituzione del vecchio parco circolante con veicoli Euro 6
  • ammodernamento del sistema infrastrutturale
  • preparazione alla Guida autonoma
  • costituzione di una cabina di regia sui temi della mobilità
  • rinnovo strutturale del Superammortamento e rifinanziamento della Legge Sabatini

[ Andrea Tartaglia ]